brave-ledger-verification=f36e9530e767a014467f4b294d6675bdff30dc13186f85d34a57a7ff28629d3b
 

Perché investire nella seconda casa per la vacanza

L'Italia ha un enorme patrimonio immobiliare anche se molto spesso non è fra i meglio mantenuti. La maggior parte del patrimonio immobiliare è detenuto dalle persone fisiche, cioè le famiglie, che ne possiedono più dell'88% se consideriamo tutte le tipologie (Abitazioni - Pertinenze - Non Residenziale) con un picco del 91,7% per quanto si riferisce agli edifici residenziali.

Dal grafico a torta sottostante si può osservare come i proprietari utilizzano il loro patrimonio immobiliare.

Gli immobili messi a reddito o disponibili per essere messi a reddito sono il 38,2% del nostro patrimonio immobiliare familiare.

Altra immagine interessante per approcciare uno studio su come intervenire per ottimizzare un investimento in campo immobiliare è stata ricavata anch'essa dallo studio coordinato da Gianni Guerrieri e Maria Teresa Monteduro ( Gli immobili in Italia - 2015 ) che ci permette di individuare come sia distribuito l'utilizzo "abitazione principale" sul territorio nazionale.

Da questo grafico si evince come le zone turistiche italiane siano caratterizzate da un colore molto meno intenso, specchio di un utilizzo dissennato del territorio che si è avuto a partire dagli anni 60 del secolo scorso per chiudersi verso gli ultimi anni 90 con la realizzazione di molte seconde case. Altro fenomeno che contribuisce ad una colorazione più blanda di alcune zone del territorio è il fenomeno delle migrazioni interne che hanno creato un surplus di immobili residenziali non più adi