brave-ledger-verification=f36e9530e767a014467f4b294d6675bdff30dc13186f85d34a57a7ff28629d3b
 

MyA Circle, la rivoluzione gentile!



MyA Circle è la nuova economia collaborativa, non competitiva, che da valore ai rapporti umani. Questa la mission del nostro progetto di economia circolare basato su una rete decentralizzata di operatori della filiera dell'abitare.

Collaborare significa mettere assieme competenze generate dall'esperienza e dalle informazioni accumulate nel tempo e fare in modo che di questa ricchezza tutti ne possano trarre beneficio in proporzione per quanto hanno contribuito alla sua creazione. Collaborare in modo circolare significa tenere in considerazione l'aspetto meritocratico ma al contempo redistribuire la ricchezza in modo equo fra tutti coloro che hanno deciso di mettere a disposizione le loro conoscenze e abilità senza competere fra loro ma aiutandosi vicendevolmente a migliorarsi in un continuo scambio paritetico.


Professionisti, agenti immobiliari, imprese di costruzione, artigiani, commercianti di vari materiali, amministratori condominiali e non ultimi i clienti sono i membri di questo cerchio. Ove venisse a mancare una sola di queste realtà il cerchio della filiera sarebbe monco e non si potrebbero ridistribuire fra tutti i vantaggi aggiuntivi di benessere e armonia che il collaborare permette rispetto ad un sistema competitivo. Soprattutto il cliente, in una economia circolare ha una funzione essenziale alla sostenibilità del sistema. Il cliente deve vedere soddisfatte le sue esigenze e solo così potrà aumentare la reputazione del sistema e dei suoi componenti e come tale potrà essere diffusa. Un cliente soddisfatto vale di più dell'incasso che ha fatto generare all'interno della filiera perché spontaneamente diffonde la sua soddisfazione verso l'esterno. Ogni operatore all'interno di un circolo produttivo omogeneo se ottiene vantaggi aiutando gli altri è stimolato a condividere le sue competenze e clientela nel momento che le sue potenzialità di ottenere ricompense hanno raggiunto il massimo fisiologico. In una economia circolare inoltre si possono tenere in considerazione aspetti non monetizzabili che le attuali teorie economiche semplicemente ignorano. Serenità e armonia sono fondamentali per avere una qualità della vita più gratificante per ogni persona. In una economia circolare non si è sollecitati a farsi del male per accumulare ricchezza più di quel che è necessaria. Lo stare in famiglia, con i propri cari, gli amici, godere di svago, praticare sport o stare all'aria aperta nella natura sono solo alcune delle cose che rendono la vita gratificante. Queste propensioni variano da individuo a individuo e fra queste ci può essere anche l'amore per la propria attività lavorativa o creativa, tuttavia tutte que